18.02 – Antinori: atteso per il 18 maggio interrogatorio ginecologo (2)

(IULM) – MILANO, 9 MAG – Severino Antinori è accusato di aver prelevato con la forza 8 ovuli a un’infermiera spagnola contro la sua volontà nell’aprile dell’anno scorso. Ovuli che, una volta fecondati, sarebbero stati usati per tre coppie che avevano intrapreso un percorso di fecondazione eterologa. Per questo il ginecologo era stato posto agli arresti domicilari il 13 maggio dell’anno scorso, per rapina aggravata e lesioni personali aggravate. Insieme a lui sono sotto processo le due segretarie, Marilena Muzzolini e Bruna Balduzzi, l’anestesista che lavorava alla clinica Matris, Antonino Marcianò, e Giovanni Carabetta.
Intanto, oggi è stato rinviato al 13 maggio un altro procedimento a carico del ginecologo e cioè quello in cui risponde di violenza sessuale per aver molestato un’altra infermiera dell’istituto Matris nel dicembre 2015. (IULM).

MVL

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.