Caltagirone, uccide la convivente nel sonno con quattro coltellate e poi si costituisce

La donna su Facebook: "Noi insieme, bellissima domenica"

femminicidio caltagirone

«Noi insieme appassionatamente» e la foto di loro due abbracciati, in compagnia di altre due coppie. È l’ultimo post su Facebook di Patrizia Formica, 47 anni, uccisa nel sonno con quattro coltellate dal convivente Salvatore Pirronello (52). L’omicidio è avvenuto verso le 4 del mattino nella loro abitazione di via Filippo Palatino a Caltagirone, nel catanese.

L’uomo ha raccontato ai carabinieri, ai quali si è costituito circa un’ora dopo, con i vestiti ancora sporchi di sangue, di essere stato preso da un raptus al termine di una lite con la compagna. Ha detto di essersi alzato dal letto, di essersi armato con un grosso coltello da cucina e di avere colpito quattro volte la donna mentre era ancora a letto e dormiva.

Alla base del litigio, notizia al vaglio degli investigatori, pare ci fosse un contrasto legato al fatto che Pirronello voleva interrompere la relazione con la compagna, una storia nata un paio di mesi fa e solo da poco trasformata in convivenza. I due, entrambi separati dalle rispettive famiglie, avevano avuto due figli ciascuno che abitano con i rispettivi ex coniugi.

In mattinata, prima della gita di ieri, Patrizia aveva scritto, sempre su Facebook: «Buongiorno a tutti. Fuori piove, e chi se ne frega, io ho il sole dentro, le persone che Amo sono accanto a me può anche arrivare il diluvio io mi sento al sicuro. Buona domenica a tutti». E poi altre foto e video con su scritto: «Noi insieme, bellissima domenica».

Salvatore Pirronello aveva un precedente penale per rapina, reato commesso quando aveva 17 anni. Fece, infatti, parte del gruppo di quattro banditi che, il 30 dicembre 1981, assalirono, per rapinare i passeggeri, l’autobus di linea Catania-Palermo, ma uccisero l’autista Giuseppe Savarino e l’avvocato Enzo Auteri, che era stato presidente della Provincia di Catania. Per il duplice omicidio furono condannati l’esecutore materiale e un suo complice. Pirronello e un altro 17enne furono processati per rapina dal Tribunale per minorenni di Catania.   (mcg)

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.