Google, creato il “genoma delle parole”

Grazie a Google e ai milioni di libri elettronici presenti nella sua libreria è stato creato il ‘genoma delle parole’, un set di dati gigantesco per studiare la cultura e la sua evoluzione.
Attraverso un software fornito dal motore di ricerca più usato nel mondo, si potrà infatti scoprire l’origine di ogni parola che ci interessa, vedere quando è stata introdotta nell’uso comune e con che frequenza è stata usata negli anni.
Tutto ciò è possibile grazie al lavoro mastodontico durato quattro anni condotto da Jean-Baptiste Michel della Harvard University di Boston e pubblicato sulla rivista Science.
Gli scienziati, insieme a ricercatori di Google, Encyclopaedia Britannica, American Heritage Dictionary, hanno creato un database enorme da interrogare: 5,2 milioni di libri (il 72% dei quali in lingua inglese), pari a oltre 500 miliardi di parole in totale.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.