“Indefinite Path”: Giappone firmato Pellegatta – Video

La Mc2 Gallery di Claudio Composti, con sede a Milano nel quarto cortile di via Col di Lana 8, apre i battenti al Giappone. A fare da passepartout sono le fotografie di Leonardo Pellegatta, italiano ma giapponese d’adozione, che ha elaborato con “Indefinite Path”, lavoro del 2006, il suo percorso estetico nel paese che lo ha ospitato.

[local /files/2010/06/lpellegatta-mc2-gallery.wmv]

La mostra, che resterà in galleria fino al 10 luglio, si compone di fotografie rigorosamente lontane dalla tecnologia digitale, che rimandano piuttosto a un’idea artigianale, manufatta, di arte. A queste stampe si accompagnano le e-box, scatole elettrificate che rimandano l’immagine su piccoli schermi retroilluminati.  Pellegatta, inquadrando angoli e dettagli che suggeriscono una sensibilità piuttosto che raccontare una storia, muove da un percorso interiore per esplorare un territorio esterno.

La vita come “percorso indefinito” ma fatto di piccole cose quotidiane eppure difficili da afferrare, come la luce granulosa e incerta di questo Giappone inedito.

Luce, colore e approccio materico alla fotografia sono appunto le componenti essenziali di questo lavoro, che con la ruvida filigrana di queste immagini descrive il viaggio ‘indefinito’ e suadente che il suo autore ha compiuto.

Servizio di Sara Mariani e Carolina Saporiti

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.