Ius soli in Senato: il Pd accelera, proteste in Aula della Lega. Il ministro Fedeli finisce in infermeria

I dem denunciano: "È stata spinta dai leghisti". Allontanato il capogruppo Centinaio, espulso (poi riammesso) il senatore Volpi

fedeli aggredita

Tensione a Palazzo Madama dove la maggioranza ha deciso di accelerare la discussione sul ddl Ius soli. Proteste in aula dei senatori leghisti: il capogruppo Gian Marco Centinaio è stato allontanato dai banchi del governo, dopo che si era seduto accanto al ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli mentre il senatore Raffaele Volpi è stato prima espulso dal presidente Grasso e poi riammesso, per evitare di dover interrompere la seduta. Il ministro Fedeli, nella concitazione che si è sviluppata in seguito alle intemperanze dei senatori della Lega Nord, è finita in infermeria dove è stata medicata e gli sono stati somministrati degli antidolorifici. Ora sta bene come ha fatto sapere lei stessa attraverso il suo profilo Twitter: “Sto bene, grazie a tutte e a tutti. Non saranno i tentativi di sopraffazione a fermare una battaglia di civiltà come lo Ius Soli”.

I senatori del Partito Democratico hanno denunciato l’aggressione nei confronti del ministro Fedeli avvenuta, come affermato dal ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, “nel silenzio complice del M5s mentre incardinavamo lo Ius soli. Che tristezza anteporre ricerca del consenso a civiltà”. I senatori leghisti hanno perfino impedito a Salvatore Torrisi, presidente della Commissione Affari costituzionali di illustrare la propria relazione sul provvedimento.

Sulla bagarre che si è scatenata a Palazzo Madama, durante la discussione sul ddl Ius soli, ha detto la sua, via Facebook, il segretario della Lega Salvini: “I senatori della Lega in Aula stanno facendo di tutto, occupando i banchi del governo, facendosi espellere e malmenare dai commessi, per bloccare la FOLLE LEGGE voluta dal Pd, in base alla quale per il solo fatto di essere nati qui AUTOMATICAMENTE si diventa cittadini italiani.
La cittadinanza va desiderata, e conquistata! Noi non molliamo!”. Aggiungendo poi in un altro post: VERGOGNOSO!!! Con 3 milioni di italiani poveri e 3 milioni di italiani disoccupati, il PD pensa a REGALARE la cittadinanza agli immigrati! LEGA, unica speranza!”. Scambio di accuse sull’accaduto anche tra Roberto Calderoli (“Un precedente così neanche l’ arbitro Moreno!”, riferendosi all’espulsione dall’Aula, poi ritirata del senatore Volpi) e il presidente Grasso (“Quando i giocatori si arrivano a nascondere l’arbitro deve comportarsi come può…”). La discussione sul tema è proseguita in Senato nonostante l’ostracismo leghista.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.