La Milanesiana indaga i paradossi letterari – Video

Per la sua undicesima edizione La Milanesiana ripropone la sua formula poliedrica fatta di letture, concerti, proiezioni e soprattutto incontri, volti a creare un contatto diretto tra autori e pubblico.

[flv:/wpmu/files/2010/07/joyce.flv /wpmu/files/2010/07/senza-titolo1_2.gif 500 375]

Giovedì sera, nella suggestiva sede del Teatro dal Verme, tre importanti autori del panorama anglo-americano si sono incontrati per leggere all’uditorio alcuni brani incentrati sul tema della Milanesiana di quest’anno: i paradossi.
Dopo un’introduzione del critico letterario e musicale Piero Gelli, la scrittrice americana Joyce Carol Oates ha aperto la serata leggendo l’estratto di un racconto sul paradosso dei sentimenti.
La Joyce, docente in Lettere presso l’Università di Princetone, è stata inoltre insignita del premio Fernanda Pivano, un riconoscimento per la letteratura americana voluto proprio dalla nota scrittrice, saggista e giornalista, scomparsa l’estate scorsa. Dopo la Joyce, sul palco, il giovane autore inglese Adam Thirlwell, segnalato dalla rivista Granta come uno dei migliori narratori britannici delle nuove generazioni. Thirlwell ha proposto alla platea una riflessione sull’uso della tortura in Iraq. Ha chiuso il ciclo di letture della serata Don Winslow, ex investigatore privato, da tempo dedito alla scrittura e oggi noto come uno dei migliori esponenti del genere “crime” contemporaneo. Winslow ha parlato del paradosso di vivere una vita onesta in un mondo disonesto e per farlo ha proposto un confronto fra l’erede al trono dell’Enrico IV di Shakespeare e Michael Corleone, figlio di Don Vito nel film Il Padrino.

La serata si è chiusa con il concerto della London Sinfonietta, uno dei migliori ensemble di musica contemporanea al mondo.

L’appuntamento è stato poi rinnovato alla mattina successiva presso la Sala Buzzati della Fondazione Corriere della Sera per un aperitivo con gli autori. All’incontro, oltre ai tre scrittori e a Dino Messina, giornalista del Corriere e moderatore dell’evento, hanno preso parte Novo Umberto Maerna, assessore provinciale alla cultura, e Sergio Claudio Perroni editor, traduttore di narrativa inglese e francese, critico letterario e dal 2007 autore.

Carolina Saporiti
Elisa Zanetti

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.