L’ombra di Gelli sulla morte di Olof Palme – Video

Venticinque anni fa moriva Olof Palme, primo ministro svedese, un gigante tra gli statisti europei del secolo scorso. Pacifista, socialdemocratico, erede politico di quel Tage Erlander che aveva governato la Svezia dal dopoguerra alla fine degli anni sessanta incarnando un modello politico che è sopravvissuto fino ai giorni nostri.

[flv:/wpmu/files/2011/03/Palme1_1.flv /wpmu/files/2011/03/fotopalme.jpg 500 375]

Nel 1990 una inchiesta del TG1 realizzata da Ennio Remondino si è messa sulle tracce di una delle possibili piste scaturite da quell’assassinio. Remondino ha inseguito un telegramma che legava la P2 di Licio Gelli alla operazioni coperte della CIA in Europa e al traffico clandestino di armi. Il telegramma recitava: l’albero svedese sarà abbattuto. Tre giorni dopo moriva Olof Palme.

Francesco Maesano

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.