Papa Francesco in Egitto: misure di sicurezza rafforzate

Centinaia di persone ad accogliere il Pontefice all’aeroporto del Cairo

Pope Francis arrives at Cairo's airport, Egypt, 28 April 2017. Pope Francis is visiting Egypt on 28 and 29 April and is scheduled to meet with Ahmed al-Tayeb, the grand imam of Al-Azhar, Egypt's highest institution of Sunni  Islam. ANSA/ CIRO FUSCO

Uno dei viaggi più delicati di Papa Bergoglio è da poco iniziato: l’Egitto accoglie per la seconda volta un pontefice, dopo il viaggio di Giovanni Paolo II avvenuto nel 2000, decidendo di aumentare le misure di sicurezza in tutto il Paese in seguito agli attentati contro i cristiani copti d’Egitto.

Il Papa infatti, atterrato oggi verso le 14 al Cairo, dopo un’accoglienza veloce, si è subito diretto al palazzo presidenziale a Heliopolis per incontrare il presidente della Repubblica, Abdal Fattah Al-Sisi. Ma sarà nella maggiore Università dell’Islam sunnita di Al-Azhar che si terrà la grande conferenza internazionale sulla pace e dove Bergoglio terrà il suo discorso prima di  incontrare l’imam Ahmad Al-Tayyeb e il patriarca della Chiesa copta-ortodossa d’Alessandria Tawadros II.

Un viaggio di pace a tutti gli effetti che vede la lotta al terrorismo, il dialogo con l’Islam e l’abbraccio ecumenico con i cristiani al centro di una trasferta fitta d’appuntamenti e che rappresenta il diciottesimo viaggio apostolico internazionale.

Domani invece il Papa celebrerà la Santa Messa in un luogo tenuto segreto per motivi di sicurezza e dov’è prevista la presenza di più di 25 mila persone. Dopo il pranzo con i vescovi egiziani, invece, nel pomeriggio Francesco incontrerà il clero e i religiosi per una preghiera. Il rientro in Italia infine è previsto a Ciampino alle 20.30 ore italiane.  (c.t.)

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.