Proselitismo sul web in Italia: smantellata cellula terroristica vicina all’Isis

La polizia ha arrestato 4 persone, accusate di istigazione a delinquere

isis 2

Una cellula terroristica che faceva proselitismo via web è stata smantellata dalla Polizia in un’operazione che ha portato all’arresto di 4 persone. In manette tre tunisini e un marocchino, accusati di istigazione a delinquere con l’aggravante di aver commesso il fatto attraverso l’uso del mezzo informatico con finalità di terrorismo. Gli uomini – che operavano tra Perugia, Milano e la Germania – avrebbero diffuso in rete centinaia di post contenenti foto, scritti e video, per sostenere l’ideologia delle frange più estreme del radicalismo islamico ed esprimere piena condivisione agli attentati realizzati dall’Isis.

L’inchiesta – denominata “Da’Wa” – è stata svolta dagli uomini della Polizia Postale di Perugia che hanno operato assieme a quelli del compartimento di Milano, sotto il coordinamento del Servizio di polizia postale e delle Comunicazioni a Roma. All’indagine hanno contribuito anche la Digos e l’ufficio immigrazione di Milano, la polizia scientifica di Roma e il reparto prevenzione crimine Lombardia.

Attraverso il monitoraggio dei profili Facebook degli indagati e di ulteriori verifiche tecniche, gli investigatori li hanno identificati e localizzati. I quattro usavano più profili Facebook e si agganciavano quasi sempre a reti wi-fi, per poter restare anonimi. Seguiti da centinaia di amici, gli appartenenti alla cellula modificavano spesso la modalità di accesso ai profili, alternando tra pubblico e privato.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.