Russia, la Duma approva in via definitiva la demolizione di alcune case popolari a Mosca

Il provvedimento è stato al centro delle proteste degli ultimi giorni che hanno portato all'arresto dell'oppositore Navalny

La Duma ha approvato in via definitiva in terza e ultima lettura il controverso progetto che prevede a Mosca la demolizione, in 15 anni,  di 4.500 ‘krusciovke’ – gli edifici prefabbricati a cinque piani costruiti negli anni ’60 – per costruire nuovi edifici. Hanno votato a favore 399 deputati, due hanno espresso parere contrario e uno si è astenuto. Il progetto di legge deve ora passare al vaglio del Consiglio della Federazione (il ramo alto del parlamento russo) e poi del presidente Putin.

Questa proposta aveva fatto molto discutere negli ultimi giorni portando alle proteste di piazza, fermate con la forza dalla polizia russa, che hanno condotto nuovamente in carcere il blogger e oppositore di Putin Aleksej Navalny. Il tribunale Presnenski di San Pietroburgo ha finora ordinato l’arresto amministrativo da 5 a 10 giorni per 43 delle centinaia di persone fermate due giorni fa nella città sulla Neva per le proteste anticorruzione e antigovernative.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.