Sott’acqua. Il fiume dimenticato

Domenica 19 gennaio 2014. A Modena, in località San Matteo, l’argine del fiume Secchia si rompe e in poche ore sommerge i paesi vicini di Bastiglia e Bomporto. Le conseguenze: una vittima, oltre mille sfollati, 1800 aziende colpite e danni per oltre 400 milioni di euro. A quasi tre mesi dall’alluvione la gente esige risposte: ci sono responsabilità dietro quello che è successo?

Di Giulio Oliani
10/04/2014

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.