Spianata, Israele toglie metal detector

Ma musulmani protestano contro le telecamere di sorveglianza

Israeli police officers dismantle metal detectors outside the Al Aqsa Mosque compound in Jerusalem's Old City, early Tuesday, July 25, 2017. Israel's security cabinet has decided to remove metal detectors set up at the entrance to a Jerusalem holy site which had angered Muslims. (ANSA/AP Photo/Mahmoud Illean) [CopyrightNotice: Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.]

Il governo israeliano ha deciso di togliere i metal detector dagli ingressi alla Spianata delle moschee a Gerusalemme, ma ci saranno le telecamere di sorveglianza.

I fedeli musulmani continuano a non entrare sulla Spianata delle Moschee seguendo a quanto sembra l’invito dei leader religiosi ad astenersi per ora dalle visite. La decisione, secondo i media, è stata presa dal Waqf, l’ente religioso islamico che gestisce la Spianata, in attesa del completamento delle ultime misure varate dalle autorità israeliane che hanno stabilito la rimozione dei metal detector e di alcune delle telecamere poste agli ingressi del luogo santo.

Ikrema Sabri, capo del Comitato supremo islamico, ha detto, citato dai media, che tale completamento dovrebbe avvenire entra stasera. Fino ad allora – ha continuato – i fedeli staranno fuori dal posto e il Waqf respinge “qualsiasi cosa fatta da Israele sin dalla sparatoria del 14 luglio in poi”.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.