Telecom mette il freno al “peer to peer” : dal 1 marzo connessioni un pò più lente

Giro di vite di Telecom ai servizi che consumano troppa banda. L’operatore telefonico nazionale, infatti, sta attenzionando alcuni servizi che ritiene particolarmente dannosi per l’integrità della rete, e dal 1 marzo inizierà a inserire delle modifiche nei contratti dei propri utenti Adsl, seguendo la strategia già intrapresa da operatori “minori”. Tra i servizi sotto osservazione quelli peer to peer, il cosiddetto paradigma di rete paritaria, antitetico rispetto all’architettura client – server. Condividere delle informazioni sarà quindi un pò più diffcile, e il prezzo della scelta di Telcom lo si pagherà in termini di velocità di connessione. La strategia servirà a “garantire anche nelle ore di punta una sufficiente disponibilità di banda per il funzionamento soddisfacente delle altre applicazioni “realtime” (es. navigazione internet, posta elettronica, Youtube, ecc.), ma i limiti non pregiudicheranno l’efficienza del peer to peer” si sono affrettati a precisare dall’azienda di telecomunicazioni.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.