Un colloquio “segreto” Trump-Putin durante il G20?

Insinuazione assurda, secondo la Casa Bianca

1491994299-tyhj

Ci sarebbe stato un secondo incontro tra Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, e Vladimir Putin, presidente della Federazione Russa, durante il G20 di Amburgo. Un incontro a porte chiuse, senza stampa, successivo a quello ufficiale. Lo sostengono Ian Bremmer, presidente di Eurasia Group, e il Washington Post.

Durante la cena tra capi di Stato e di governo presenti al G20, Trump si sarebbe avvicinato a Putin e avrebbe parlato con lui per circa un’ora, alla sola presenza dell’interprete del Cremlino. “È’ stata una conversazione accesa e molto amichevole”, ha raccontato Bremmer. “Io sono venuto a saperlo perché la gente era stupefatta”.

La Casa Bianca non ha smentito la conversazione, anzi l’ha confermata, definendo però i contenuti del colloquio come informali, “purely social“. La nota dell’amministrazione ricostruisce così la circostanza: “Durante la cena, tutti i leader si sono spostati nella sala, parlando tra loro liberamente; non c’è stato alcun secondo incontro tra il presidente Trump e il presidente Putin. L’insinuazione che la Casa Bianca abbia cercato di nasconderlo è falsa, maliziosa e assurda”. Con un tweet, Donald Trump si è scagliato contro quella che ha definito una notizia falsa e disonesta.

Altre fonti europee citate dalla stampa hanno minimizzato le rivelazioni, sostenendo che sia consueto per i leader a convegno tenere dei colloqui privati “a latere” delle questioni ufficiali. Intanto, la Casa Bianca ha annunciato la nomina di Jon Huntsman, ex governatore dello Utah ed ex ambasciatore americano in Cina durante la presidenza Obama, quale prossimo ambasciatore USA in Russia.

 

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.