USA, in Texas firmato il bando contro le aree urbane che proteggono gli immigrati

Greg Abbott pronto ad applicare il testo approvato nei giorni scorsi dal Congresso dello Stato

Governor-elect Greg Abbott speaks at a news conference at the Capitol on Wednesday November 5, 2014, the morning after he was elected.  JAY JANNER / AMERICAN-STATESMAN

Il Texas è il primo stato americano a muoversi in maniera concreta contro le “città santuario”, le aree metropolitane delle città americane che si rifiutano di applicare le disposizioni di Trump legate all’immigrazione. Con un annuncio arrivato attraverso il proprio profilo su Facebook, il governatore dello Stato, Greg Abbott, ha comunicato la firma della norma che consente alla polizia di chiedere a chiunque informazioni circa lo status di migranti. Il testo era stato approvato qualche giorno fa dal Congresso del Texas, a maggioranza repubblicana. La decisione del Texas contrasta con quanto avvenuto in California, dove un giudice di San Francisco ha bloccato l’ultimo decreto di Trump che tagliava i fondi statali alle città che accoglievano migranti. Decisione che aveva fatto infuriare la Casa Bianca, pronta a fare ricorso contro la decisione del giudice federale californiano. (f.nas)

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Comments are closed.